time machine vedere e sperimentare il tempo
OPERE
COLLEZIONISTI
ARTISTI
SEZIONI
La mostra

CONTEMPORANEA

Capolavori dalle collezioni di Parma, presso le sale di Palazzo del Governatore, nel cuore del centro storico della città di Parma

In esposizione 115 opere di 93 artisti di rilievo internazionale, selezionate tra il patrimonio delle più prestigiose collezioni private di Parma, per raccontare tra pitture, sculture e rare fotografie di performance cento anni di espressione artistica contemporanea italiana ed europea.
Da Duchamp a Picasso, da Morandi a Casorati passando per De Chirico, Sironi, Burri, Pistoletto e molti altri grandi artisti, l’esposizione è al contempo uno sguardo d’eccezione sul Novecento e un osservatorio prezioso sul collezionismo e sull’immenso patrimonio culturale che queste opere rappresentano per la città di Parma e per tutta la cultura nazionale.
Curata da Simona Tosini Pizzetti, organizzata e prodotta da Solares Fondazione delle Arti con il sostegno diDestinazione Turistica Emilia, APT Servizi Regione Emilia Romagna, resterà aperta fino al 21 luglio 2024.

Le sezioni

Strutturata in ventidue sezioni che seguono un andamento cronologico con focus alterni su diversi movimenti e artisti, Contemporanea attraversa un secolo di storia dell'arte del Novecento.

Gli antecedenti

Dadaismo

Surrealismo

I grandi maestri internazionali

I maestri del Novecento italiano

Informale europeo e CoBrA

L'informale in Italia

Tra informale ed espressionismo astratto

Astrattismo geometrico di matrice concretista e arte cinetica

Lucio Fontana e lo spazialismo

Arte Cinetica programmata

Oltre lo spazialismo

L'astrattismo

Fabio Mauri e Pietro Cascella

Arte Concettuale

Boetti, Mondino e l'Oriente

L'arte povera

Pop Art

Body Art

Transavanguardia

I nuovi nuovi

Il pastificio Cerere e il gruppo di San Lorenzo

Gli artisti

Elenco degli artisti esposti

Achille Perilli, Afro Basaldella, Agostino Bonalumi, Alberto Burri, Lorenzo Guerrini, Agostino Ferrari, Francesco Clemente, Aldo Mondino, Alessandro Algardi, Alighiero Boetti, Amos Nattini, Antonio Ligabue, Antonio Scaccabarozzi, Atanasio Soldati, Bruno Ceccobelli, Carlo Mattioli, Cesare Tacchi, Claudio Parmiggiani, Conrad Marca-Relli, Dadamaino, Gabriele De Vecchi, Edward Hopper, Emilio Isgrò, Emilio Vedova, Ennio Morlotti, Enrico Castellani, Ettore Colla, Fabio Mauri, Fausto Melotti, Felice Casorati, Felice Levini, Filippo de Pisis, Franco Angeli, Giuseppe Gallo, Gastone Novelli, Georg Baselitz, Georges Mathieu, Gianni Caravaggio, Gilberto Zorio, Gina Pane, Gino De Dominicis, Gino Marotta, Gino Severini, Giorgio De Chirico, Giorgio Morandi, Giuliano Vangi, Giuseppe Capogrossi, Giuseppe Maraniello, Giuseppe Santomaso, Grazia Varisco, Virgilio Guidi, Hans Hartung, Jannis Kounellis, Joseph Kosuth, Lucio Fontana, Luigi Filippo De Pisis, Man Ray, Marc Chagall, Marcel Duchamp, Marino Marini, Mario Schifano, Mario Sironi, Mattia Moreni, Max Bill, Michelangelo Pistoletto, Mimmo Paladino, Mirko Basaldella, Nicola De Maria, Otto Dix, Ottone Rosai, Paolo Icaro, Pablo Picasso, Piero Dorazio, Piero Gilardi, Piero Ruggeri, Pierre Alechinsky, Pietro Cascella, Pietro Consagra, Renato Mambor, Renzo Vespignani, Roberto Crippa, Roberto Iras Baldessari, Roberto Sebastián Matta, Salvatore Mangione (in arte Salvo), Sergio Lombardo, Sol LeWitt, Davide Boriani, Mauro Staccioli, Toti Scialoja, Victor Brauner, Victor Vasarely, Vincenzo Agnetti, Vito Acconci, Zoran Music.
Simona Tosini Pizzetti

LA CURATRICE

La curatrice Simona Tosini Pizzetti sottolinea il valore culturale del collezionismo necessariamente associato a questo progetto espositivo:
«Negli ultimi decenni cambiamenti epocali hanno fatalmente aumentato il rapporto dell'arte contemporanea con il mondo dell'economia e della finanza e si è affermata sempre di più la figura del collezionista internazionale, spesso in stretto contatto con i direttori dei musei più importanti, che riesce persino a condizionare i processi di valorizzazione degli artisti».

Dopo la laurea in Storia dell'Arte a Bologna, Simona Tosini Pizzetti si è specializzata nell'arte della seconda metà del Settecento con la professoressa Anna Ottani Cavina. Ha poi collaborato con la Soprintendenza ai Beni Archeologici e Storici di Parma fino al 1985, quando è diventata conservatore e curatore della Fondazione Magnani Rocca, ruolo che ha rivestito per oltre un ventennio. Collabora inoltre con importanti istituzioni italiane ed estere alla realizzazione di mostre temporanee e ai relativi cataloghi e anche con Solares Fondazione delle Arti.

Contemporanea: 20 aprile - 21 luglio 2024
Prezzi

Biglietti della mostra

Intero

8€

Ridotto

5€ (Under 26, over 65, studenti, per ciascun utente di gruppi prenotati superiori alle 15 persone, max 25, e altre categorie convenzionate).

Gratuito

Ragazzi under 14, portatori di handicap, guide turistiche e scolaresche con prenotazione. Le prenotazioni verranno prese solo per i gruppi.

Circuito Vivaticket Acquista i biglietti

I biglietti saranno in vendita presso la biglietteria della mostra dal 20 Aprile (Tel. +39 0521.218035), online sul sito Vivaticket e nei punti vendita Vivaticket a partire dal 2 aprile 2024.

Dove

Vieni a trovarci

Indirizzo

Palazzo del Governatore
Piazza Garibaldi, 43121 Parma.

Orari

Da mercoledì a domenica
10:00 - 19:00

ultimo ingresso ore 18:30

Il 25 aprile chiusura anticipata alle 15

ultimo ingresso ore 14:30

lunedì e martedì
Chiuso

Produzione Solares Fondazione delle Arti

Con il contributo del Comune di Parma

Con il sostegno di Destinazione Turistica Emilia

Main sponsor: IREN

Sponsor: Synergetic

Sponsor tecnico: CFC - Dual Italia

Media Partner: Exibart

Partner tecnico: Made In Tomorrow

Ufficio stampa mostra per Solares Fondazione delle Arti

Valentina Notarberardino

E-mail: valentina.notarberardino@gmail.com

Tel: +39 333.4872200

Ufficio stampa Comune di Parma

Chiara Cabassi

E-mail: c.cabassi@comune.parma.it

Area stampa